Venerdì, 15 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, 15enne muore al 'Giovanni XXIII' durante un intervento: i genitori cercano risposte. L'on. Ginefra interroga Lorenzin

Zaray morì di ipertermia maligna, patologia non necessariamente letale che può essere curata con un farmaco. I genitori hanno chiesto l'accesso agli atti per verificare la disponibilità del 'Dantrium'

Pubblicato in Cronaca il 07/12/2017 da Redazione

Due mesi e venti giorni senza una risposta. I genitori di Zaray, 15enne deceduta all’ospedale Giovanni XXIII di Bari durante un’operazione, vogliono la verità sulle cause che hanno portato alla morte della giovane. È stata l’ipertermia maligna a causare il decesso: si tratta di un fenomeno infiammatorio di origine generica, non necessariamente letale se diagnosticato in tempo. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, questa patologia può essere provocata dal gas anestetico e per salvare la vita al paziente è necessario il ‘Dantrium’ (dantrolene sale sodico). Il farmaco deve essere presente durante l’operazione, così i genitori della 15enne hanno chiesto di accedere agli atti per verificare.

“Vi è fondato motivo di ritenere che i farmaci necessari – si legge nella richiesta - non siano pervenuti tempestivamente dalla azienda Policlinico alla clinica Giovanni XXIII nonostante le richieste effettuate dai sanitari”.  Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la risposta da parte del nosocomio barese. Intanto i genitori denunciano che la commissione istituita dal commissario straordinario del Policlinico, Gianfranco Ruscitti, sarebbe partita soltanto il 3 novembre scorso, 45 giorni dopo la morte di Zaray.

 

Sull’episodio è intervenuto anche l’onorevole Dario Ginefra che ha presentato una interrogazione parlamentare alla ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, per “sapere se è a conoscenza” dell’episodio e “quali iniziative intenda assumere al fine di supportare con una propria azione ispettiva la legittima richiesta della famiglia di ottenere la verità in merito alla tragica morte della figlia Zaray”.

 



loading...