Venerdì, 22 Settembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Piano emergenza caldo, il Comune di Bari pronto ad offrire assistenza ai più fragili

Attivata una rete interistituzionale cittadina

Pubblicato in Cronaca il 03/07/2017 da Alessandra Rizzi

In estate, si sa, aumenta il disagio delle persone più fragili. Aumenta il senso di solitudine e di abbandono di anziani, di persone senza fissa dimora, di adulti che vivono situazioni di povertà estrema. Per far fronte allemergenza caldo e alle problematiche connesse con chi vive in condizioni di fragilità sociale il Comune di Bari ha predisposto una serie di interventi e di servizi- in alcuni casi raddoppiandoli- grazie alla collaborazione con una rete interistituzionale cittadina promossa dallAssessorato al Welfare e composta da Prefettura di Bari, Protezione Civile della Regione Puglia, Asl, Federfarma, Servizi socio-educativi dei Municipi, Medici di medicina generale e pediatri, Caritas Diocesana, Comunità di SantEgidio, Servizio sanitario 118, Croce Rossa Italiana, cooperative sociali C.A.P.S., Gea, Genesi, Servizi Multipli Integrati e C.R.I.S.I., associazioni In.Con.Tra, Amici di Cuore, prof. Nicola Damiani, La piccola Momo, Der Garten e Scuola cani di salvataggio nautico, ufficio Piano sociale di Zona, CAF e CAP del Comune, Polizia Municipale, Polfer, R.F.I. e associazioni di volontariato. Il piano straordinario di interventi che integra le attività attualmente garantite per offrire un più completo sistema di servizi ai cittadini in condizione di fragilità è stato presentato dallAssessora al Welfare del Comune di Bari Francesca Bottalico alla presenza di alcuni rappresentanti della rete territoriale aderente.

Il Welfare del Comune di Bari non va in vacanza durante il periodo estivo- ha dichiarato lAssessora- ma raddoppia i servizi già offerti per far fronte, grazie allo straordinario e quotidiano lavoro di una rete di più di 70 realtà territoriali coinvolte, al disagio e alle problematiche di chi vive normalmente in condizioni di fragilità sociale e che durante la stagione più calda sente maggiormente il peso della solitudine. Il nostro è un lavoro quotidiano che non vuole rispondere solo a un bisogno o a unemergenza, ma vuole creare condizioni di prossimità, dando vita ad una rete sociale che ha lobiettivo di far sentire meno soli le persone in difficoltà e creando situazioni e momenti non solo di aiuto ma anche di aggregazione.

I servizi attivati per affrontare la stagione calda sono molteplici e in alcuni casi assolutamente nuovi: il pony della solidarietà, che garantisce a chi non è in grado di uscire da casa di ricevere a domicilio beni di prima necessità; serenitàanziani, programma predisposto dalla cooperativa Gea per fornire agli anziani un sostegno psico-sociale adeguato; il numero verde di Telefono amico (800 063 538) che permette agli anziani di ricevere ascolto e supporto nei momenti di bisogno; la sorveglianza attiva, che consiste nel monitoraggio degli ultra 75enni soli e non autosufficienti; lo sportello psicologico e il servizio di ascolto telefonico per chi vive in condizione di disagio psichico e sociale; il P.I.S.-Pronto intervento sociale che intercetta e raccoglie le situazioni di bisogno più urgenti su tutto il territorio cittadino; lo sportello di orientamento socio-sanitario per stranieri presso la Casa delle Culture; il servizio Spazio Tempo Libero per soddisfare il bisogno di socializzazione e aggregazione degli anziani autosufficienti; il servizio di accoglienza notturna che prevede un raddoppio dei posti letto e un incremento del numero delle realtà che si occupano di accoglienza.

Un’importante novità è la collaborazione con Federfarma che prevede la realizzazione in tutte le farmacie di Bari e dell’intera area metropolitana di una serie di attività gratuite e finalizzate a prevenire le problematiche connesse al caldo nei soggetti a rischi. Un intervento quindi diffuso in tutto il territorio e perfettamente in linea con la volontà dell’amministrazione comunale di “andare verso” chi ha bisogno non ragionando solo nell’ottica dell’accoglienza ma della prossimità del servizio.

Sarà inoltre possibile, grazie alla collaborazione con la Caritas Diocesana e con l’associazione In.Con.Tra., che da luglio avrà un nuovo presidio in piazza Balenzano, garantire 200 pasti al giorno alle persone indigenti e senza fissa dimora.

 

Infine, Area 51 raddoppia il numero dei pasti che da 100 diventano 200 (suddivisi tra pranzo e cena) avendo la possibilità così di offrire un pasto anche di sabato e domenica e di garantire anche 80 lunch box consegnati su segnalazione. “Per noi è un grandissimo risultato”- ha commentato Manila Violante di Area 51- perché grazie alla collaborazione con il Comune possiamo migliorare e incrementare i servizi offerti. Area 51 non è solo somministrazione pasti ma è una serie di servizi con i quali cerchiamo di fare anche educazione alle relazioni. Spesso chi vive in condizioni di estrema povertà e disagio è profondamente bloccata anche a livello emotivo. Ed è per questo che noi cerchiamo di intervenire anche sul piano della relazione e dell’emotività”.

 

Il programma completo degli interventi e dei servizi attivati per supportare le persone in difficoltà è online sul sito del Comune di Bari.



loading...