Martedì, 11 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Castrì, "cani detenuti in condizioni igieniche precarie": il comune di Nardò trasferisce 52 animali in altre strutture

L'amministrazione comunale in una nota: 'Accertata gestione assolutamente irrispettosa degli animali'

Pubblicato in Cronaca il 01/11/2018 da Redazione

Cani denutriti e tenuti in condizioni igienico-sanitarie precarie: per questo il Comune di Nardò ha deciso di trasferire i 52 cani ospitati nel canile di Castrì di Lecce in altre strutture della provincia (Corigliano e Casarano). Dopo varie segnalazioni giunte nel corso degli ultimi mesi c'è stato un sopralluogo da parte della Polizia Locale, di guardie zoofile, del consigliere delegato al Randagismo Gianluca Fedele e di un veterinario ausiliario di polizia giudiziaria, "che hanno certificato - si legge in una nota del Comune di Nardò - una gestione assolutamente irrispettosa degli animali: senza cibo, tra sporco ed escrementi, in qualche caso in precarie condizioni di salute". Dopo aver informato la Procura della Repubblica di Lecce e di concerto con la stessa, il comandante della Polizia Locale Cosimo Tarantino ha disposto il trasferimento altrove dei cani di proprietà del Comune di Nardò e ha informato le altre 13 amministrazioni comunali della provincia che utilizzano il canile di Castrì. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet