Sabato, 14 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Temeva di perdere la custodia del figlio, 43enne barese si dà fuoco davanti al Tribunale di Ancona

Francesco Di Leo aveva già tentato il suicidio in passato. L'uomo non ha retto la difficile situazione familiare ed ha compiuto il folle gesto

Pubblicato in Cronaca il 01/08/2015 da Redazione
Tribunale dei minori di Ancona
Una storia di dolore e disperazione quella di Francesco Di Leo, 43enne barese che si è dato fuoco davanti al Tribunale dei minori di Ancona ed ora è ricoverato in condizioni gravissime. L’uomo ha compiuto il folle gesto dopo che la magistratura minorile aveva aperto un procedimento di allontanamento del figlio dall’abitazione familiare. Di Leo aveva già tentato il suicidio ed in passato era stato condannato per detenzione e spaccio di droga. Il 43enne è arrivato dinanzi al palazzo di giustizia con uno scooter, poi si è cosparso di benzina ed ha appiccato il fuoco. Una guardia giurata è subito intervenuta con un estintore, ma l’uomo ha riportato comunque ustioni gravissime su varie parti del corpo. Già ieri mattina alcuni vicini di casa avevano chiamato il113 per segnalare le sue intenzioni suicide.