Mercoledì, 16 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, finanziere ricattava il marito di una candidata con Emiliano: spunta il nome di Schittulli

Gerardo leone avrebbe chiesto 40 mila euro ad Alessandro Cataldo, marito di Anita Maurodinoia. L'oncologo sarebbe legato all’inchiesta per truffa e falso avviata nei confronti dei fratelli Antro

Pubblicato in Cronaca il 01/07/2015 da Redazione
Gerardo Leone, maresciallo del Nucleo di polizia tributaria, è stato arrestato con l’accusa di aver ricattato Alessandro Cataldo, marito di Anita Maurodinoia, candidata in una delle liste che appoggiavano Michele Emiliano alle ultime elezioni. Cataldo avrebbe presentato una denuncia alla Digos dichiarando di essere stato costretto da Leone a versare una somma prima pari a 10 mila euro, poi salita a 40 mila. Il maresciallo avrebbe informato Cataldo di un procedimento penale a carico suo e della moglie, minacciando l’esecuzione di una misura cautelare per entrambi. Oltre alla richiesta del denaro, Leone avrebbe chiesto un posto di lavoro per la figlia in una banca locale. Nell'ambito dell'inchiesta è spuntato il nome dell'ex presidente della provincia Francesco Schittulli: il finanziere avrebbe riferito di un’inchiesta sulla ex Provincia di Bari in cui sarebbero indagati, stando a quanto dichiarato dal militare, anche Schittulli e altri consiglieri provinciali di centrodestra. Un’indagine che dovrebbe essere partita da uno stralcio del procedimento nei confronti degli imprenditori Alviero ed Erasmo Antro, arrestati nel marzo 2012 per truffa aggravata e falso con riferimento ad una presunta truffa da oltre 20 milioni di euro ai danni della Provincia e di sei istituti di credito.