Mercoledì, 22 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Junker', ecco l'app che aiuta i baresi a fare la raccolta differenziata

E' sufficiente scansionare il codice a barre del prodotto o dell'imballaggio e seguire le istruzioni circa la corretta modalità di differenziazione dei materiali che lo compongono

Pubblicato in Ambiente il 31/10/2017 da Alessandra Rizzi

Differenziare correttamente i rifiuti diventa sempre più facile per i cittadini baresi. Il Comune di Bari ha infatti adottato e reso fruibile Junker, una app che, tramite la scansione del codice a barre di un rifiuto, indica esattamente come smaltirlo secondo le regole vigenti nel territorio in cui ci si trova. E lo fa grazie ad un database interno di oltre un milione di prodotti identificati e indicando anche la composizione di eventuali rifiuti differenti da conferire quindi in bidoni differenti.

Idea e funzionamento di Junker sono stati presentati in Comune nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore all’ambiente Pietro Petruzzelli, il presidente di Amiu Sabino Persichella, la responsabile marketing e comunicazione di Giunko srl che ha ideato l’app Noemi De Santis e Giuseppe Tanzarella della Sartori Ambiente, la società fornitrice delle pattumelle del sistema di raccolta porta a porta e che ha offerto a Bari l’app in via sperimentale per rendere il sistema più semplice e innovativo, oltre che monitorato.

 

“L’amministrazione comunale sta investendo molto nella corretta differenziazione dei rifiuti”- ha commentato l’assessore Petruzzelli-. “Per questo abbiamo particolarmente apprezzato l’idea di Junker non solo perché è un servizio semplice e molto innovativo che può realmente aiutare i cittadini a differenziare correttamente i rifiuti, ma anche perché ben si innestava con il porta a porta che abbiamo introdotto in alcuni quartieri della città, facilitandolo. In più c’è un aneddoto. Durante un incontro cittadino di presentazione del porta a porta, un bambino, di nome Piergiorgio Martino, mi ha consegnato una lettera nella quale scriveva che il Comune di Bari avrebbe dovuto aderire ad un’app che rendeva più facile capire il corretto conferimento dei rifiuti. E questa app era proprio Junker. A quel punto mi è sembrato doveroso, verificata la funzionalità e gli indubbi vantaggi di Junker, di dare ascolto a una richiesta che proveniva da un cittadino modello, nonostante la giovane età.”

 

E che Junker sia una app di indubbia utilità e funzionalità lo dimostrano i tanti cittadini baresi che l’hanno scaricata e che la utilizzano quotidianamente. “Oltre 2400 cittadini usano Junker regolarmente per fare la raccolta differenziata e hanno effettuato circa 23.000 ricerche sul nostro database segnalandoci ben 640 prodotti mancanti”- ha dichiarato Noemi De Santis. “L’informazione più ricercata è relativa ai centri di conferimento, utili nel caso non si possa smaltire in casa un rifiuto. Questi dati ci fanno capire le enormi potenzialità della app e soprattutto il grande successo di pubblico che sta riscuotendo. Inoltre poiché Bari è una città a vocazione turistica, abbiamo pensato di prevedere l’app in ben 4 lingue (italiano, inglese, francese e tedesco) al fine di andare incontro alle esigenze dei turisti e consentire di differenziare i rifiuti come fossero dei residenti”.

 

Il database di Junker è in continuo aggiornamento. Se infatti un prodotto scansionato non viene riconosciuto, si può trasmettere alla app la foto del prodotto, ricevendo la risposta sull’esatto conferimento in tempo reale e soprattutto contribuendo ad aggiornare il database. Un sistema quindi innovativo e partecipato in linea con le smart cities europee. Junker inoltre segnala molte altre informazioni utili per i cittadini: ubicazione dei punti di raccolta, calendari del porta a porta, indicazione per i rifiuti speciali.

 

“La differenziata è un tema portante per Comune di Bari e Amiu”- ha commentato il presidente Sabino Persichella. “E come Amiu siamo ben lieti di contribuire al successo della raccolta differenziata con l’utilizzo di applicazioni innovative e semplici che possono agevolare realmente la vita dei cittadini. A ciò dobbiamo aggiungere anche un indubbio vantaggio economico, perché solo aumentando la percentuale di differenziata si evita l’aumento dell’ecotassa. Quindi, non solo vantaggi diretti per i cittadini ma anche indiretti con un notevole ritorno economico per loro e l’azienda”.

 

L’app Junker è gratuita e disponibile sia per android che apple. 



loading...