Mercoledì, 22 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, al Petruzzelli il 'Concerto per la terra': 'Necessario informare i giovani sull'emergenza alimentare' (VIDEO)

L'evento è stato organizzato dal CIHEAM Bari, presenti oltre 700 studenti delle scuole pugliesi

Pubblicato in Ambiente il 28/10/2017 da Giuseppe Bellino

Sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza dell’alimentazione e sui danni provocati dallo spreco di cibo. Sono questi gli obiettivi del ‘Concerto per la terra’, la manifestazione organizzata dal CIHEAM Bari nell’ambito della Giornata mondiale dell’alimentazione. Più di 700 studenti hanno affollato il teatro Petruzzelli di Bari per ascoltare gli interventi delle autorità presenti ma soprattutto il Coro del Faro, diretto dal maestro Paolo Lepore, che ha eseguito 13 brani musicali.

Durante la giornata sono state illustrate le attività del CIHEAM, che da oltre cinquant’anni opera nel bacino del Mediterraneo  per migliorare la sicurezza alimentare e nutrizionale delle aree in via di sviluppo. Il Programma Agriculture and Livestock Support for Syrian People, nato nel 2015, fornisce supporto diretto alle comunità rurali siriane distribuendo beni e assistenza per favorire l’aumento della produzione agricola e del reddito dei nuclei familiari.  Ad oggi, attraverso questa attività, sono state aiutate oltre quindicimila persone.

“Questa iniziativa è nata per mettere in evidenza le emergenze che ci sono sul nostro pianeta – spiega Maurizio Raeli, direttore del CIHEAM Bari -, dall’insicurezza alimentare ai cambiamenti climatici. Vogliamo dare più consapevolezza a quelli che possono essere i rimedi a questa grande emergenza. Servirebbe più sviluppo rurale, più agricoltura sostenibile e più tutela dell’ambiente. La Puglia ospitando il nostro istituto svolge un ruolo importante. Da più di 50 anni operiamo nei paesi del Mediterraneo per cercare di portare sviluppo economico e sociale”.

“L’attività del CIHEAM e della Fao – aggiunge Gianni Bonini, vicepresidente CIHEAM -deve essere conosciuto non solo dagli addetti ai lavori ma anche dalla gente normale. I giovani devono essere informati sull’emergenza alimentare che nasce dalla ingiusta redistribuzione delle risorse a livello globale. Oggi è una giornata importante per capire quali sono le cause di questa emergenza”.

Presente anche il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha consegnato un premio alle scuole che si sono distinte nell’opera di integrazione e conclusione degli studenti stranieri. Il premio è stato intitolato alla memoria di Stefano Fumarulo, dirigente regionale scomparso nei mesi scorsi.

“Abbiamo apprezzato e sostenuto questa iniziativa – spiega Emiliano -, da anni ospitiamo l’istituto agronomico del Mediterraneo. Questo rappresenta un onore ma anche una responsabilità. Stiamo rispondendo con una serie di interventi legislativi sul cibo che corrispondono all’intero programma di governo della Regione Puglia che si chiama “Una lunga vita felice”. Con ‘Apulia life style’ cerchiamo di mettere in pratica un modo di vivere fondato su una corretta alimentazione e produzione del cibo. Ci impegneremo ad evitare sprechi alimentari e garantire una produzione agricola esente da inquinamento. In Puglia stiamo combattendo contro le polveri sottili prodotte dalle due grandi fabbriche di Brindisi e Taranto. Questa è una battaglia sacrosanta nella quale ci sentiamo troppi soli”. 



loading...