Domenica, 19 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, municipale sequestra area nei pressi dello stadio San Nicola: era utilizzata come discarica abusiva

Le indagini in corso sono finalizzate a identificare gli autori dei ripetuti sversamenti sull'area, su cui sono stati rinvenuti materiali in eternit e rifiuti di prodotti elettronici

Pubblicato in Ambiente il 23/06/2017 da Redazione

Nella giornata di ieri alcune squadre della Polizia municipale - sezione Polizia giudiziaria, nell'ambito dei servizi di vigilanza e controllo del territorio, hanno individuato e sottoposto a sequestro giudiziario un'area nelle vicinanze dello stadio San Nicola, adiacente i nuovi viadotti ferroviari retrostanti le abitazioni del quartiere Santa Rita, che veniva utilizzata come discarica abusiva. Nell'area, sequestrata secondo quanto previsto dall'articolo 256 comma 3 del Codice dell'Ambiente, vi erano anche evidenti tracce di roghi ripetuti nel tempo. 
La superficie interessata è estesa circa 4.000 metri quadrati e risulta essere di proprietà di quattro soggetti diversi. 
Le indagini in corso sono finalizzate a identificare gli autori dei ripetuti sversamenti sull'area, su cui sono stati rinvenuti materiali in eternit, rifiuti di prodotti elettronici, materiale di risulta da lavorazioni edili, mobili di vario genere e masserizie varie. 
È al vaglio degli inquirenti la posizione dei proprietari dei terreni per omessa vigilanza sulle aree di loro proprietà. 
"Ringrazio la Polizia municipale per l'ennesimo intervento, condotto a una sola settimana dal precedente per contrastare il fenomeno delle discariche a cielo aperto e dei roghi abusivi - commenta l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli - che, oltre a distruggere il territorio, determinano enormi disagi ai cittadini. Il nostro impegno per la salvaguardia dell'ambiente e della salute continuerà in modo forte e determinato, anche perché spesso si tratta di situazioni che vanno oltre l'inciviltà e l'idiozia. C'è ancora tanto da fare in tal senso ma certamente stiamo compiendo passi in avanti moltoi significativi". 

 



loading...