Mercoledì, 24 Maggio 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Consapevolezza alimentare nel rispetto dell'ambiente, nasce 'Bari Smart Nutrition Days'

Una iniziativa del Comune di Bari

Pubblicato in Ambiente il 22/02/2017 da Alessandra Rizzi

Un progetto pilota realizzato dal Comune di Bari e dalla Federazione Italiana dei Biologi con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura e una nuova consapevolezza alimentare nel rispetto dell’ambiente: è questo Bari Smart Nutrition Days, i cui risultati sono stati presentati oggi in sala giunta del Comune dalla responsabile scientifica del progetto Maria Campanile, dal Presidente della FIB Ermanno Calcatelli, dalla Referente della Commissione Cultura del II Municipio Gianna Salemmi e dall’Assessore all’Ambiente del Comune Pietro Petruzzelli. L’obiettivo del progetto è promuovere la salvaguardia e il miglioramento del benessere e della qualità della vita dei cittadini, attraverso una sana e corretta alimentazione nel pieno rispetto dell’ambiente.

In collaborazione con il II Municipio di Bari, nel cui territorio è già attiva l’esperienza virtuosa della Piazza dei nuovi stili di vita, sono state coinvolte le quinte elementari e le seconde medie di alcuni istituti scolastici (San Filippo Neri, Tauro-Carrante-King, Re David-Gandhi, Zingarelli-A.Frank, Tommaso Fiore, Michelangelo, Massari-Galilei-Montello, Santomauro) e somministrati a genitori e studenti dei questionari al fine di rilevare le abitudini alimentari delle famiglie e la conoscenza delle norme di base della sicurezza alimentare. Alcuni risultati- un maggiore consumo di panini e di merendine invece della frutta, un consumo quasi quotidiano di legumi, pasta e carne- dimostrano che c’è ancora tanta necessità di informare e educare bambini e adulti a una alimentazione che sia diversificata e corretta.

Ma non solo, perché importante è anche saper leggere, e bene, le etichette degli alimenti. “Molto spesso i consumatori leggono la data di scadenza di un prodotto ma trascurano del tutto le etichette che indicano la provenienza dei cibi e le tabelle nutrizionali. E questo non va bene, anche perché spesso siamo ingannati dalla pubblicità e portati a prediligere un prodotto straniero invece di uno locale o stagionale”- ha dichiarato il presidente della FIB Ermanno Calcatelli. Da qui la realizzazione, nell’ambito del progetto, di un calendario con tutti gli alimenti stagionali, di segnalibri con la descrizione di alcuni prodotti locali e di brochure informative su prime nozioni di sicurezza alimentare. Ed è questo il materiale che è stato diffuso nelle scuole e nelle case delle famiglie coinvolte nel progetto.

“Bari è una città sana dove la salute deve essere una risorsa quotidiana- ha dichiarato Maria Campanile nel presentare i risultati di progetto- “Attraverso l’indagine abbiamo raccolto informazioni sulle abitudini alimentari, necessarie per poter poi elaborare un’adeguata strategia. Questo è un progetto pilota che speriamo possa continuare con ulteriori iniziative di carattere formativo e informativo, creando magari un luogo di formazione e apprendimento al servizio delle famiglie del territorio insieme ad esperti del settore”.  La speranza, quindi, è che il progetto prosegua anche in altri Municipi e coinvolga altri Istituti scolastici, perché la salute, come dichiara l’Organizzazione mondiale della Sanità, non è solo assenza di malattie, ma benessere fisico, mentale e sociale.

“Bari Smart Nutrition Days è un progetto in cui abbiamo fortemente creduto perché come amministrazione siamo impegnati da sempre a promuovere la pratica sportiva in ogni occasione, in particolare sostenendo lo sport diffuso e destrutturato. Il nostro obiettivo è aumentare il tasso di sportivizzazione dei cittadini”- ha commentato l’Assessore Pietro Petruzzelli. “Con questo progetto abbiamo voluto sostenere la corretta e sana alimentazione perché riteniamo che, unitamente alla pratica sportiva, siano i due elementi con cui generare il benessere dei cittadini”.

 



loading...