Venerdì, 19 Ottobre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bitetto è il primo comune pugliese ad avviare la sperimentazione della tariffazione puntuale sulla tassa dei rifiuti

Nel 2017 infatti la percentuale media di raccolta differenziata raggiunta è stata del 76,56% con una variazione percentuale di produzione di rifiuto procapite tra il 2015 e il 2017 del 15%

Pubblicato in Ambiente il 21/12/2017 da Redazione

Il Comune di Bitetto è il primo comune pugliese a introdurre la sperimentazione della tariffazione puntuale per il pagamento della tassa sui rifiuti. Una decisione presa qualche mese fa e che viene comunicata all'indomani del riconoscimento ricevuto da Legambiente come Comune di seconda fascia che ha superato nei primi nove mesi dell'anno 2017 il 65% di raccolta differenziata. Nel 2017 infatti la percentuale media di raccolta differenziata raggiunta è stata del 76,56% con una variazione percentuale di produzione di rifiuto procapite tra il 2015 e il 2017 del 15%.

Inserito nell'Aro Ba2, primo Aro pugliese ad aver avviato in maniera organica la raccolta dei rifiuti porta a porta, nonché quello con le migliori percentuali assolute, il comune ha in questo primo anno messo a punto una serie di buone pratiche che sono diventate un caso di successo presentato e premiato il mese scorso a Ecomondo, la più importante fiera dedicata all'ambiente che si tiene ogni anno a Rimini.

Con la decisone di partire con la sperimentazione della tariffazione puntuale Bitetto, insieme alla Navita srl, azienda incaricata del servizio, fa un ulteriore passo in avanti e si prepara ad affrontare una nuova sfida assieme ai suoi cittadini. Una sfida che è anche un'opportunità non solo per incrementare ancora di più le percentuali di differenziata ma anche per incentivare tutti a comportarsi in modo ecosostenibile per ricevere uno sconto sulle tasse dei rifiuti. Ogni utente in questo modo pagherà per quello che consuma e produce come rifiuto.

"Esattamente un anno fa raccoglievamo il primo, incoraggiante, risultato ad appena un mese dall’avvio del porta a porta - dichiara il sindaco Fiorenza Pascazio -. Oggi, dopo appena un anno da quella partenza che ha rivoluzionato il paese e le abitudini dei cittadini, migliorando nettamente la pulizia, il decoro e il rispetto per l’ambiente, siamo pronti ad una nuova sfida: l’avvio, in fase sperimentale, della tariffazione puntuale. Si tratta di un altro risultato importantissimo - prosegue -, che mira a sostenere i comportamenti virtuosi e limitare ancor più gli antagonisti della raccolta differenziata di qualità; un sistema incentivante e più equo, che ci aiuterà a compiere un ulteriore passo in avanti verso l’obiettivo rifiuti zero”.

"Siamo orgogliosi di partecipare al progetto ambizioso della tariffazione puntuale – commenta Francesco Roca, amministratore unico della Navita srl -.L’analisi sperimentale dei nostri dati, tracciati per mezzo di sistemi informatizzati e innovativi nel periodo che va da marzo a novembre del 2017, sarà di valido aiuto e supporto per la futura elaborazione della TARI puntuale. Oggi infatti - conclude Roca - grazie al sistema tecnologico dettagliato della tracciabilità del rifiuto per singola utenza, abbiamo raggiunto l’obiettivo della smart green city, ovvero controllo del territorio, zero distanza tra utenza - amministrazione - azienda e zero tempi di risposta alle segnalazioni di criticità".

La sperimentazione partirà con il 2018. Verranno raccolti in questo anno i dati che serviranno come parametri per l'introduzione della tariffazione a partire dal 2019. Quello ideato è un sistema che funziona per premialità in base ai punteggi ottenuti da ciascuna utenza. Naturalmente ci saranno delle differenze tra chi è una utenza domestica e chi invece appartiene alla categoria delle utenze non domestiche a loro volta suddivise in "food" e "no food". Per le utenze domestiche si andranno ad analizzare i dati in base al numero di esposizioni dei mastelli effettive rispetto ai conferimenti teorici previsti da calendario. Ad esempio il numero di conferimenti della carta in un range prestabilito che consente di definire il mastello sicuramente pieno, darà un determinato punteggio stabilito nella tabella di premialità previste. Per questo motivo sarà interesse del singolo esporre i mastelli solo quando realmente necessario. Per le utenze non domestiche, invece, il dato che verrà preso in considerazione per l'applicazione della tariffazione puntuale è il numero effettivo di esposizioni del contenitore per ciascuna frazione in abbinamento al volume dello stesso che la singola utenza detiene, l'esposizione viene considerata a contenitore pieno. Questo perché le utenze non domestiche non hanno tutte gli stessi contenitori ma la distribuzione è stata tarata sulle esigenze dei singoli commercianti dopo la fase di censimento iniziale da parte della Navita srl con i suoi facilitatori.

L’utilizzo delle foto-trappole e i controlli sui rifiuti abbandonati della task force composta da operatori della Navita srl, nucleo di polizia ambientale, responsabile dell’Ufficio Ambiente e sindaco stesso ha portato inoltre alla individuazione di 57 trasgressori che sono stati sanzionati dalla Polizia Municipale di Bitetto per un totale di 5.527 euro. Dai dati forniti dal responsabile di settore, comandante Magg. Cosimo Aloia si evince che i verbali elevati per abbandono di sacchetti di rifiuti sono stati 60 nel 2017, cui vanno sommati tre verbali per parziale conferimento di tutte le frazioni e uno per difformità nei conferimenti. Sette sono state invece le comunicazioni per avviso di conferimento errato con esito positivo accertato dalla Navita nei successivi conferimenti. Grazie alle percentuali di raccolta differenziata inoltre si è avuta una drastica riduzione dell'ecotassa passata da 25,82 euro per tonnellata del 2015 a 5,17 euro per tonnellata nel 2017. Inoltre, ci sono stati ricavi dalla raccolta differenziata per 73.890,40 euro per il Comune che potrà utilizzare queste risorse per migliorare ulteriormente il servizio.

E per il 2018 è previsto un monitoraggio costante dell'evoluzione dei fenomeni di abbandono e di errati conferimenti per stroncare in maniera definitiva queste pratiche incivili da parte dei pochi che non vogliono adeguarsi al sistema e seguire le regole.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet