Mercoledì, 23 Ottobre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari: parte oggi l'OST partecipativo per la riqualificazione dell'ex caserma Rossani

L'incontro porterà nuove idee riguardo i possibili usi della caserma abbandonata

Pubblicato in Ambiente il 18/04/2015 da Redazione
Si svolgerà questa mattina, dalle ore 10.00 alle 18.00, presso l’Urban Center - Fortino di Sant’Antonio, l’OST (Open space technology) in cui proseguirà la discussione sul futuro della ex Caserma Rossani.
Open Space Technology (OST) è una metodologia che permette di creare gruppi di lavoro (workshop) e riunioni (meeting) particolarmente produttivi: si tratta di una metodologia innovativa poiché consente ai partecipanti, in tempi relativamente brevi, di produrre un documento riassuntivo di tutte le proposte/progetti elaborati dal gruppo, l’instant report.
Con l’OST entrerà nel vivo la seconda fase del percorso partecipativo per la riqualificazione della ex Caserma Rossani, in particolare dell’area B, quella edificata: un incontro aperto alla partecipazione di tutti coloro che vorranno confrontarsi sui possibili usi degli spazi e i bisogni a cui rispondono, provando ad individuare anche i possibili soggetti in grado di realizzare attività e servizi, così come le forme di gestione e le fonti di copertura dei costi in un’ottica di lungo periodo. Sono circa ottanta gli iscritti.

Questi i cantieri di progettazione all’ordine del giorno dell’OST:

1) Modelli di gestione partecipata della futura Teca del Mediterraneo e della Mediateca Regionale nell’area
La Regione Puglia, in accordo con il Comune di Bari, ha deliberato di trasferire in due degli edifici dell’area la Teca del Mediterraneo e la Mediateca Regionale. Si tratta di due importanti istituzioni culturali che sarà possibile insediare nell’area dell’ex-Caserma Rossani secondo un modello di gestione e fruizione attiva e partecipata del loro ricco patrimonio librario e multimediale. I partecipanti alla giornata, quindi, sono invitati a confrontarsi su idee riguardanti i possibili servizi culturali, socio-educativi e del tempo libero da sviluppare nella futura Teca e Mediateca (es. caffè, iniziative rivolte ai bambini, percorsi di lettura tematizzati, rassegne, cineforum, scambi culturali, incubatori artistico-culturali, supporto alla progettualità audio-visiva ecc.). I temi proposti, inoltre, potranno riguardare anche idee su come costruire forme di collaborazione delle strutture che vedano la partecipazione attiva di Regione, Comune, soggetti privati, Terzo Settore e cittadini nel ruolo di “fruitori attivi” dei servizi e degli spazi.

2) Realizzazione di una “Casa delle Associazioni”
Un secondo cantiere di progettazione prevede la ristrutturazione di un edificio dell’area da offrire come spazio aperto alla realizzazione di progetti proposti da soggetti del Terzo Settore attivi nella città (associazioni, onlus, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali etc.). Una volta ristrutturato lo spazio, infatti, il Comune si propone di aprirlo per realizzare dei progetti, che saranno selezionati attraverso procedure di evidenza pubblica.
3) Ulteriori progetti da realizzare
Un terzo cantiere di progettazione riguarderà ulteriori idee e proposte che mettano in relazione funzioni, soggetti e risorse rispetto ai diversi edifici presenti nell’area, inclusa la palazzina ex spogliatoi, la cui ristrutturazione costituirà l’avvio dei cantieri nell’area.
I risultati complessivi di tutti i gruppi tematici saranno integrati in un documento contenente le linee d’indirizzo su cui si baserà la progettazione e realizzazione degli edifici.

Di seguito, nel dettaglio, il programma dei lavori:

Sabato 18 aprile 2015
ore 10.00-18.00
Urban Center – Fortino di Sant’Antonio

• ore 10.00
Registrazione dei partecipanti
Saluti: Antonio Decaro – Carla Tedesco
• ore 10.30
Introduzione ai lavori (modalità di lavoro dell’OST e delle sessioni parallele)
Ri-Accordi Urbani: spazio per le tue idee – I sessione
• ore 13.00
lunch
• ore 14.00
Ri-Accordi Urbani: spazio per le tue idee – II sessione
• ore 15.30
coffee break
• ore 16.00
Ri-Accordi Urbani: spazio per le tue idee – III sessione
• ore 17.30
Plenaria