Domenica, 12 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ilva: la Corte europea respinge il ricorso di una donna malata di leucemia

I giudici hanno dimostrato che il nesso tra malattia ed emissioni dello stabilimento non è dimostrato

Pubblicato in Ambiente il 16/04/2015 da Redazione
La Corte europea dei diritti umani ha respinto il ricorso di una donna malata di leucemia contro l’Ilva. Secondo i giudici la ricorrente, una donna tarantina, non ha dimostrato che le emissioni dello stabilimento siderurgico abbiano causato la sua malattia. I tribunali italiani hanno quindi agito correttamente, non dando seguito alla sua denuncia. Il ricorso fu presentato dai familiare di Giuseppina Smaltini, deceduta il 21 dicembre 2012 per una meningite che non poteva essere curata a causa della leucemia. Nel ricorso si sosteneva che le autorità avevano violato il diritto alla vita di Giuseppina Smaltini, perché esisterebbe, secondo i denuncianti, un nesso tra causa ed effetto tra le emissioni dell’Ilva e la malattia della donna. Le inchieste furono archiviate in quanto i magistrati ritennero insufficienti le prove di nesso tra emissioni e malattia.