Mercoledì, 23 Agosto 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Tap, sopralluogo subacqueo dei volontari della Sea Shepherd: 'Il gasdotto mette a rischio la Posidonia oceanica pugliese'

Secondo i sub la condotta è a pochi metri dalle praterie di fanerogame e non a cinquanta come prescritto

Pubblicato in Ambiente il 09/08/2017 da Redazione
Fonte foto: www.seashepherd.it

 I volontari di Sea Shepherd Italia, coadiuvati da alcuni cittadini di Melendugno, hanno concluso delle immersioni subacquee nel tratto di costa di fronte la spiaggia denominata “San Basilio”, tra le marine di San Foca di Melendugno e Torre Specchia Ruggieri, dove è in progetto la realizzazione dell’approdo del gasdotto Trans Adriatic Pipeline (TAP).

Obiettivo delle immersioni è la verifica della presenza di fanerogame marine, in particolare della Posidonia Oceanica e della Cymodocea Nodosa, che costituiscono veri e propri ecosistemi protetti dalla Convenzione “Retea Natura 2000” della Comunità Europea. 

“La messa in opera del TAP – spiegano i volontari -  non solo andrà a deturpare il territorio ma metterà in serio pericolo l'ecosistema costiero e la vita di numerose specie marine che popolano questi splendidi fondali. Il progetto prevede lo scavo di una trincea lunga un centinaio di metri e la posa di un terrapieno di oltre duecento metri proprio sul fondale marino, a poca distanza dalla battigia. Il rischio di far sparire le praterie di fanerogame della zona, per un ingente tratto costiero, è elevatissimo con conseguente devastante alterazione e distruzione definitiva del delicato ecosistema che esse compongono”.

Come noto, l’autorizzazione alla realizzazione del TAP è soggetta a svariate prescrizioni come quella che impone l’uscita in mare del citato “microtunnel” (detto exit point) ad un minimo di cinquanta metri dalle piante di Posidonia Oceanica e Cymodocea Nodosa con l’unico scopo di proteggere questo habitat.

I volontari, dopo aver effettuato un sopralluogo subacqueo, hanno riscontrato che l’exit point è a pochi metri dalle praterie di fanerogame e non a cinquanta come prescritto. L’esito della risultanza dimostra chiaramente che la prescrizione all’autorizzazione non è stata rispettata nel progetto. 



loading...