Martedì, 22 Maggio 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Raccolta differenziata: ecco gli errori più comuni dei pugliesi

Piccola guida per non sbagliare nel differenziare

Pubblicato in Ambiente il 08/05/2018 da Redazione

Mai buttare gli scontrini nella carta. In questo caso il rischio è quello di compromettere l'intero processo di riciclo in quanto gli scontrini fiscali sono realizzati con carta termica, i cui componenti reagiscono al calore in maniera diversa dalla carta normale. Andranno perciò nell'indifferenziata.

Un altro errore che facciamo spesso è quello di buttare la ceramica nel vetro. Non sia mai! Anche in questo caso rischiamo di compromettere il processo di recupero del vetro. Per questo piatti e tazze rotti devono essere buttati nell'indifferenziata.

È un errore anche mettere i cartoni della pizza sporchi nella carta: i contenitori sporchi vanificano la raccolta della carta abbassandone la qualità, per questo vanno buttati nell'indifferenziata.

Ed ancora, uno degli errori che si commette più spesso, è quello di buttare i tovaglioli sporchi nell'indifferenziata. In questo modo si spreca la possibilità di riciclarli, per questo vanno gettati nell'umido dove si decomporranno e diventeranno dell’ottimo concime. Naturalmente il discorso non vale per quelli stampati.

Infine un altro errore che si commette è quello di schiacciare le bottiglie di plastica prima di buttarle nell'apposito contenitore. In questo modo la macchina selezionatrice potrebbe non riconoscerle. Le bottiglie di plastica vuote vanno solo appiattite e non schiacciate. Inoltre non è necessario togliere l'etichetta: è un'operazione che verrà effettuata in discarica.

E’ tutto chiaro? Bene così.

Campagna di sensibilizzazione della Regione Puglia – Segreteria Generale della Presidenza – Assessorato alla Qualità dell'Ambiente – Progetto di Comunicazione: “I rifiuti non si buttano” ideato, realizzato e prodotto da Antimedia S.r.l. di Bari.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet