Mercoledì, 15 Agosto 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Volando sulle onde della Vita

Il racconto di un tour speciale

Pubblicato in Esperienze di vita il 29/06/2015 da Carmelo Colelli
Carmelo Colelli
Monica Priore, una giovane donna Mesagnese di 39 anni, che ieri, domenica 28 Giugno 2015, nelle acque del Mar Ionio, a Gallipoli in Puglia, affiancata in mare dal club Kayak di Gallipoli e dai sommozzatori dell'associazione Paolo Pinto, applaudita da un numeroso pubblico, ha percorso a nuoto i primi 2,530 km in 46’43”, inaugurando così il suo tour speciale e particolare dal titolo:
“Volando sulle onde della Vita”
tour che si concluderà il 21 Agosto nelle acque di Meta di Sorrento nel Mar Tirreno.
Questo speciale tour è un progetto che Monica Priore ha pensato e ha voluto realizzare per promuovere:
L’importanza dei benefici prodotti, per il nostro corpo, da una sana e regolare pratica di attività fisica, per informare e contrastare le forme di ignoranza legate al diabete di tipo 1.
La nostra vita e le sue difficoltà possono essere paragonate alle onde, che si possono superare utilizzando tutta la forza che abbiamo in noi: “le nostre ali”, da qui il titolo del tour: “Volando sulle onde della Vita”.
Il progetto consiste in un giro d’Italia in camper, che attraverserà tutte le regioni italiane, Monica atleta diabetica di tipo 1, in ogni località, effettuerà una traversata in mare o in lago di almeno 5 km, in ogni tappa saranno organizzati incontri informativi con esperti di questa patologia.
Lo scopo è sensibilizzare l’opinione pubblica su questa problematica molto diffusa sulla quale regna ancora tanta, troppa, ignoranza e permettere a bambini/ragazzi diabetici il diritto di vivere, come tutti gli altri, e di non subire inutili forme di discriminazione in ambito scolastico, sportivo e sociale.
In Italia, ci sono 3.800.000 diabetici di cui il 5% di tipo I (insulino dipendenti). L’obiettivo è dare a queste persone una speranza, dimostrare che l’attività fisica può migliorare la qualità della vita.
Lo sport, se praticato correttamente, può essere un compagno di vita indispensabile per il benessere psico-fisico e da dati scientifici è stato dimostrato che nel diabete di tipo 2, con la dieta ed una regolare attività fisica, si può addirittura fare a meno dei farmaci, mentre nel tipo 1 gli effetti benefici sulla glicemia sono notevoli.
Monica Priore nasce a Mesagne, in provincia di Brindisi nel 1976, a soli cinque anni si scopre che è affetta da diabete mellito di tipo 1.
La famiglia acquisisce questa notizia e senza darsi per vinta, cerca di trovare il giusto equilibrio, cerca di conoscere le peculiarità di questa malattia per poterla gestire.
I genitori cercano di ridurre i possibili limiti alla normale vita quotidiana della loro figlia, governando la malattia.
Questo loro modo di fare, la loro forza, il loro pensare positivo, viene condiviso da Monica che non si dà per vinta reagisce e sceglie di lottare.
Il titolo del tour “Volando sulle onde della Vita”, sembra descrivere pienamente Monica, lei con l'acqua ha un rapporto particolare.
L'acqua è il suo elemento e il nuoto è il suo sport preferito.
Il nuoto le ha dato il coraggio di convivere con il diabete e le ha regalato grandissime soddisfazioni.
La scoperta dello sport per Monica è stata una rinascita, pian piano è cresciuta in lei la voglia di reagire alla malattia, lo sport le ha donato lo scatto in avanti di cui aveva bisogno, si è sentita pari ai compagni di squadra.
Le piaceva nuotare, però, a volte, l’assaliva il dubbio di non potercela fare; pian piano con determinazione, giorno dopo giorno, ha superato il senso di inferiorità e di diversità.
Sembra che Monica abbia detto al suo amico, il diabete mellito: “Senti amico mio, dobbiamo fare tanta strada insieme, anzi, ti propongo di navigare insieme, tu devi seguire i miei consigli ed io ti porterò con me ed insieme scopriremo il mondo ed incontreremo tanti amici!”
Sembra che questo accordo sia stato accettato e condiviso, visto i risultati ottenuti.
Monica grazie alla sua forza di volontà gareggia a livello agonistico con atlete non affette dal diabete.
Questa è per lei una grande vittoria!!
Partecipa a diversi campionati regionali e nazionali e vince diverse medaglie e ciò rinforza il suo carattere e il suo obiettivo: dimostrare a se stessa e agli altri di poter fare quello che desidera.
Il 21 Luglio 2007 attraversò a nuoto lo stretto di Messina.
"Ha potuto così gridare al Mondo intero: “sono DIABETICA ma ci provo, basta volerlo!".
Il 4 Settembre 2010, la vede protagonista della traversata dei ventuno chilometri che separano Capri da Meta di Sorrento.
Nel 2011, Monica ha chiuso l'Iron Master, è riuscita cioè a disputare tutte le diciotto gare del circuito nuoto (tutte le discipline e tutte le distanze), piazzandosi al quarto posto della classifica Nazionale di categoria.
Nel 2012, ha partecipato ai mondiali di nuoto master che si sono tenuti a Giugno in quel di Riccione, piazzandosi a metà classifica su 120 partecipanti nella gara in mare di 3,5 km.
Nel 2013, ha partecipato ai Word Master Games a Torino, per Monica è stata una grande soddisfazione gareggiare in un Olimpiade
Nel 2014, ha partecipato a diverse competizioni del circuito supermaster in piscina e a delle competizioni del circuito nazionale FIN di nuoto di mezzo fondo in acque libere, riuscendo a portare a casa diverse medaglie, tra queste anche la medaglia della Presidenza della Repubblica.
Monica decide e comunica la sua gioia, la sua vita, dà un ulteriore contributo alla diabetologia e ai diabetici, attraverso la stesura del suo primo libro: "Il mio mare ha l'acqua dolce" edito da Mondadori, con le parole raccolte in questo libro trasmette la sua storia con la sola speranza che possa essere d’aiuto a qualcuno e possa informare un po’ tutti su questo problema.
In questi anni, Monica è riuscita a diventare un esempio per tutte le persone col diabete che amano lo sport e che vogliono poterlo praticare senza sentirsi diversi.
Dice Monica: “Utilizzo le imprese estreme per dare dei segnali forti, ma non per questo posso lasciare tutto al caso, perché l'autocontrollo del diabete è di fondamentale importanza.
Quello che dico sempre ai miei colleghi diabetici è che il diabete può essere gestito, bisogna averne cura e tenerlo sotto controllo una volta riusciti in questo, si può andare ovunque.
E se io posso ambire ad imprese limite e riuscire a portarle a termine, un diabetico che vuol vivere semplicemente la sua vita senza strafare non sarà di certo fermato dalla sua condizione. L'importante è volersi bene”.
Ecco le tappe del tour:
1) 28/06/2015 Puglia: Gallipoli
2) 01/07/2015 Molise: Termoli
3) 04/07/2015 Abruzzo: Ortona
4) 07/07/2015 Marche: Pesaro
5) 10/07/2015 Emilia Romagna: Marina di Ravenna
6) 13/07/2015 Veneto: Venezia (Jesolo)
7) 16/07/2015 Friuli Venezia Giulia: Trieste
8) 19/07/2015 Trentino Alto Adige: Val di Sole (Hydrospeed)
9) 22/07/2015 Lombardia: Toscolano Maderno
10) 25/07/2015 Valle d’Aosta: Villeneuve Aosta (Rafting)
11) 29/07/2015 Piemonte: Lago di Mergozzo
12) 31/07/2015 Toscana: Lido di Camaiore (Lucca)
13) 02/08/2015 Umbria: Lago Trasimeno (canoa)
14) 06/08/2015 Lazio: Gaeta
15) 09/08/2015 Sardegna: Sant’Antioco
16) 13/08/2015 Sicilia: Cefalù
17) 15 e 16/08/2015 Calabria: Roccella Jonica e Crotone
18) 18/08/2015 Basilicata: Policoro
19) 21/08/2015 Campania: Meta di Sorrento
Per essere aggiornati e seguire Monica Priore in questo suo speciale tour si possono utilizzare i seguenti indirizzi: www.volandosulleonde.it e la pagina FB Monica Priore Fans Club.

loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet